Cum Grano Salis

Riflessioni di una Contabile su temi Economici e Finanziari di MONICA VITALI

IL CAPITALE DI BELEN: MONETIZZARE LA VISIBILITA’

La bellezza di Belen
Belen è bravissima ad autopromuoversi
Ammetto che sono una lettrice di giornali di gossip, mia madre li ha sempre acquistati e   io li ho sempre letti vedendoli girare abbondantemente per casa. Il mondo dello spettacolo mi ha sempre affascinato, soprattutto mi intrigano i meccanismi che lo regolano, i retroscena, i dietro le quinte che vengono raccontati nei rotocalchi.
Una delle donne più presenti nei giornali di gossip, alla quale vengono dedicate decine di copertine perché fa aumentare le vendite, è l’argentina Belen Rodriguez.
Non c’è dubbio che Belen sia una donna bellissima, ma se è riuscita ad emergere fra le tante bellezze è perché ha saputo usare delle armi in più. E’ stata bravissima a capitalizzare la propria visibilità, in un modo che le viene del tutto naturale.

 

Ora, Belen è famosa per avere una presenza costante sul web, ha fatto della propria vita uno spettacolo, le piace essere costantemente sotto i riflettori. Ormai è diventata famosa la battuta “chi è il fotografo che vive con Belen è la sua famiglia?” vista l’abitudine di pubblicare selfie suoi, del suo compagno e di suo figlio in ogni momento della giornata e con immagini impeccabili.

 

La caratteristica dell’argentina, quello che mi colpisce di più, è che poteva avere ai suoi piedi qualsiasi uomo, invece ha scelto un ballerino più giovane e meno famoso di lei, facendolo risplendere con la propria luce anziché viceversa.

 

Molto diversa dalla scelta della svizzera e calcolatrice Hunzicher, che invece si è sempre accompagnata a uomini belli ricchi e famosi, come Luigi De Laurentis (figlio del produttore del Laurentis), e ora Tommaso Trussardi della dinastia Trussardi che ha sposato. Anche Maria Grazia Cucinotta si è sposata con un ricco imprenditore, e la sua carriera di produttrice, forse più fortunata di quella di attrice, probabilmente è legata ai soldi o al fiuto imprenditoriale del marito più che al suo talento.

 

D’altra parte molti ricchi imprenditori amano accompagnarsi con donne di spettacolo per incrementare il loro status e la loro visibilità. Perché a molti essere ricchi non basta, vogliono anche diventare visibili. Per questo l’accoppiata donna di spettacolo-impenditore non ha mai smesso di andare di moda, anche se negli ultimi anni è stata affiancata dalla nuova abbinata velina-calciatore.

 

Belen invece non ha voluto utilizzare fama e bellezza per fare un salto nella scala sociale. Ha trascinato il suo compagno altrettanto voglioso di apparire quanto lei facendo diventare un brand tutta la sua famiglia, dando un valore economico alla coppia e alzando le quotazioni del ballerino, che nelle varie ospitate ha aumentato sensibilmente il suo cachet. Anche il suo matrimonio è stato trasformato in un evento mediatico, ogni occasione è buona per sfruttare quell’onda lunga di popolarità che non si è mai esaurita da quando ha partecipato nel 2008 a L’Isola dei Famosi.

 

Ecco, Belen è stata capace meglio di qualunque altra di sfruttare quel “tesoretto” che ti da la popolarità, amplificandone gli effetti attraverso un utilizzo sapiente dei social, senza paura di svalutare il suo brandsovraesponendosi. Al momento la scelta è stata vincente, visti i ricchi contratti di sponsorizzazioni, le ospitate e le linea di abbigliamento che ha lanciato, seguendo le orme di Valeria Marina che prima di lei ha sfruttato la popolarità per lanciare un marchio di intimo di sua produzione.

 

D’altra parte chi vive nel mondo dello spettacolo campa di questo, poi c’è chi è più bravo e chi meno, chi più fortunato e chi meno. La monetizzazione della visibilità senza talento, regalata dalle apparizioni televisive è nata 14 anni fa con la prima edizione del Grande Fratello. Con buona pace di tanti bravi attori di teatro, che passano la vita studiando e impegnandosi ma che non li conosce nessuno, e che non avranno mai importanti soddisfazioni economiche (anche se, immagino, ne abbiano di più grandi di altro tipo).  

 

Al di là del giudizio “economico”, devo dire che Belen mi è simpatica. Sensuale come poche e con una grande presenza scenica, mi da l’idea che certi meccanismi li conosca, li utilizzi ma, spirito libero come me, non sia disposta a svendersi per un’ospitata in più.

Che nel mondo dello spettacolo non è poco.

 

Forse ti può interessare anche: La bellezza può essere un investimento? 

Post Correlati

Leave a comment