Riflessioni da contabile

QUANTO COSTANO LE SCELTE NON FATTE

11 Novembre 2020
Costo delle scelte non fatte

L’altro giorno mentre guidavo riflettevo se compiere o meno una scelta con un certo livello di rischio che non mi andava di affrontare. Tutto a un tratto ho pensato alla situazione opposta, ovvero a quanto mi sarebbe costato in termini monetari ed emotivi non fare quella scelta. Credo che non sempre ci facciamo questa domanda se non per le decisioni veramente importanti della vita, personale o professionale. Solo in alcuni casi valutiamo tutti i pro e i contro e tutti i costi e i benefici monetari. Per le scelte meno strategiche o che non comportano un’uscita di cassa ci si…

INSTAGRAM E IL CONTROLLO DI GESTIONE

14 Ottobre 2020
20201012_180747

Chi mi conosce sa che ho una passione viscerale per Instagram, che è in assoluto il mio social preferito. Una settimana fa ho raggiunto i 2.000 followers e per curiosità professionale ho deciso di regalarmi l’abbonamento a Ninjalitics. Ninjalitics è una società che estrapola dati relativi ai profili Instagram ed elabora un report con parametri che sono molto utili per capire come performa un profilo. Attraverso indicatori e grafici si possono capire una serie di fattori importanti per agevolare l’algoritmo e dare una “spinta” al proprio profilo nella direzione che si vuole intraprendere. Alcune delle informazioni sono: quali sono gli…

LA GENEROSITA’ VUOLE IL CONTROLLO

15 Settembre 2020
Generosità e controllo

Meglio essere generosi o “di braccino corto”? E’ una domanda che mi sono fatta in questi giorni perché sono stata molto generosa con una serie di persone che mi forniscono servizi, in situazioni in cui altri avrebbero agito diversamente. Probabilmente non sono molto brava a contrattare ma il punto credo che sia un altro, cioè non sono brava a contrattare perché non voglio essere brava, visto che non mi piace tirare il collo alle persone, specie quando credo che quei soldi potrebbero fare più comodo a loro che a me.   GENEROSI E SPILORICI Esistono persone che sono molto generose…

PREFERISCI LAVORARE IN SEQUENZA O A RIPASSO?

17 Luglio 2020
nixie

  Dalla mia personale esperienza ho potuto constatare che esistono principalmente due modi di lavorare: in sequenza a ripasso   IL LAVORO IN SEQUENZA Per me il lavoro in sequenza è quello in cui ti occupi di un argomento, di un problema, di una questione e la porti avanti fino a quando non hai completato tutto. Questo significa che se devi fare dei controlli, degli incroci di dati, delle telefonate le fai nel momento in cui incappi nella questione da risolvere senza rimandare. Chiaramente non sempre fila tutto liscio, ma il concetto è “faccio tutto bene subito così dopo non…

I NUMERI NON SONO SOGGETTIVI

21 Aprile 2020
20200411_143808

“Conosco un professore di statistica che ama dire: i dati li interrogo finché non confessano quello che voglio io” Questo commento è stato fatto su LinkedIn ad un mio post che parlava di come l’analisi dei dati relativi al Coronavirus sia una botta di stima per chi si occupa di controllo di gestione perché è sotto gli occhi di tutti la rilevanza che stanno assumendo i numeri per la conoscenza del virus. Ogni sera vero le 18 aspettiamo con ansia il bollettino della Protezione Civile che indica i nuovi contagi, i guariti e i decessi. Ormai sappiamo che da quei…

QUANTO DEVE ATTORCIGLIARSI LA CONTABILITA’?

18 Febbraio 2020
woman tangled in cables

  Nel corso della mia carriera lavorativa me lo sono chiesto più di una volta, avendo lavorato in momenti diversi in aziende differenti, e avendo avuto molte conversazioni con compagni, amici e parenti sull’argomento. Tendenzialmente io non sono la classica contabile che si trincera nella torre d’avorio, anzi, sono ben consapevole che la vita di un’azienda ruota intorno alla vendita e che bisogna cercare di agevolare il settore commerciale perché se non gira come si deve a fine mese il bonifico dello stipendio in banca non arriva. Quindi non sono d’accordo sui no detti a priori, sul nascondersi dietro a…

L’AFRICA, LA PARTITA DOPPIA E LA CULTURA D’IMPRESA

08 Gennaio 2020
Africa e partita doppia

Cena del Rotary, viene consegnato un assegno alla mamma di un ragazzo che è partito missionario per l’Africa e che sta tentando di fare partire il micro-credito in una zona rurale molto povera della Costa d’Avorio. Raggiunto telefonicamente il ragazzo parla ai partecipanti e spiega il suo progetto. Ad un certo punto la mia anima da contabile viene colpita quando il ragazzo sottolinea che oltre a prestare i soldi per fare partire queste piccole attività imprenditoriali è importante che venga spiegato come tenere una contabilità semplificata, cioè un elenco di entrate e uscite molto basilare e comprensibile anche a persone…

L’IMPRENDITORE QUANTO DEVE ESSERE CONTABILE?

04 Novembre 2019
business

Ho la fortuna di lavorare per un imprenditore che viene dall’ambito contabile, che parla la mia stessa lingua e con il quale ci capiamo al volo. Personalmente lo ritengo un grande vantaggio perché in precedenza ho lavorato per un imprenditore visionario con un’alta propensione all’attività commerciale, un pioniere nel suo settore, ma che poi ha dovuto vendere la sua attività all’imprenditore contabile perché si è affogato nei costi di gestione. Quanto è importante che un imprenditore possegga le doti di capire, comprendere e padroneggiare “i conti” dell’azienda? Per quello che vedo io moltissimo. Chi possiede questa abilità ha veramente una…

SERVONO ANCORA I VOTI ALTI A SCUOLA?

14 Maggio 2019
Pagella

  Mio padre non ha potuto studiare. Ha interrotto gli studi quando mio nonno è morto prematuramente e all’età di mio figlio (12 anni) aveva già iniziato a lavorare per aiutare la famiglia.   Quando si è trovato una figlia diligente e molto portata per lo studio era normale che ne fosse orgoglioso e che mi spronasse ad andare bene a scuola per ottenere il massimo dei voti. Tutto ciò mi ha permesso di avere un lavoro che mi piace dove sono stata selezionata grazie al mio 110 e lode, e di aver avuto molte offerte di lavoro quando bastava…

IL GIUSTO EQUILIBRIO FRA PAROLE E NUMERI

12 Aprile 2019
Diapositiva1

  Quando si predispone un report di controllo di gestione o un qualunque report riassuntivo con il quale una funzione vuole rendicontare alla direzione il proprio operato bisogna fare molta attenzione al delicato equilibrio fra numeri e parole.   Capita che quando si deve giudicare il proprio lavoro non ci si rende conto dell’importanza di avere un giusto mix fra questi due elementi, mentre quando si deve valutare il lavoro di un collega, che magari ci ha mandato un PowerPoint da guardare distrattamente fra una quadratura di bilancio e una telefonata, allora ci si accorge perfettamente in quei pochi minuti…