Cum Grano Salis

Riflessioni di una Contabile su temi Economici e Finanziari di MONICA VITALI

L’ABITO FA IL MONACO ANCHE AI CORSI DI FORMAZIONE

Abito fa il monaco corsi di formazione

Mi piange il cuore quando vedo professionisti frequentare corsi di formazione o di aggiornamento professionale abbigliati come se dovessero andare alla sagra della seppia a Cesenatico.

Mi è stato obiettato che per una visita a un cliente o per un evento importante probabilmente si vestirebbero eleganti, mentre per un corso di formazione dove sono presenti esclusivamente colleghi non ne vedono l’utilità. Vuoi mettere sentirsi comodi quando devi stare seduto tutto il giorno ad ascoltare qualcuno?

Ma chi si veste elegante solo per il matrimonio di sua cugina non può pensare di ottenere lo stesso effetto di chi è attento quotidianamente all’abbigliamento, anche solo a livello di portamento e disinvoltura nell’indossare gli abiti.

Anni va un revisore correggendomi maniacalmente la punteggiatura della nota integrativa mi disse: “Quando si entra in un ristorante e lo si trova pulito e apparecchiato con cura si è portati a pensare che in quel ristorante si mangi bene”. Stessa cosa ritengo che valga per l’abito, soprattutto per chi deve vendere la propria professionalità e dovrebbe cercare di “impacchettarla” con cura, anche e soprattutto davanti ai colleghi.

Per i maschi è apparentemente più semplice, perché esiste l’opzione “giacca e cravatta” che è un’àncora di salvezza anche per gli uomini negati. Che a volte però ostentano abbinamenti improbabili, cravatte assurde o accostano scarpe inguardabili.

Le donne possono sbizzarrirsi di più ma questo vantaggio complica non poco le cose, visto che i tailleur fanno molto anni 80 e le alternative sono lasciate al buon gusto personale. ma scivolare sulla “buccia di banana” è un attimo.

Personalmente non sono maniaca delle firme o dell’eleganza a tutti i costi, ma di sicuro cerco di starci attenta a quello che voglio comunicare con l’abbigliamento. Se devo andare ad un corso di formazione certo di vestirmi in maniera adeguata e mi piace pensare che il successo professionale, oltre che dalle qualità personali e professionali, possa essere dettato anche dall’attenzione all’abbigliamento che certamente denota una sana voglia di affermarsi e di emergere, oltre che rispetto nei confronti delle persone che ci circondano.

Poi nella quotidianità del lavoro ci sono le giornate che anche io prediligo un abbigliamento più casual perché, diciamoci la verità, la ricerca dell’outfit adeguato richiede una certa dose di impegno e di disagio da sopportare per vestire abiti meno comodi ma che aiutano psicologicamente ad impersonare “il ruolo” che ci siamo dati o che dobbiamo interpretare.

Per questo motivo quando il giorno dopo devo andare ad un corso di formazione o devo affrontare una situazione in cui ritengo che l’abbigliamento sia particolarmente importante mi “preparo” la sera prima. Esattamente come faccio con la documentazione da portare.

Post Correlati

Leave a comment