Cum Grano Salis

Riflessioni di una Contabile su temi Economici e Finanziari di MONICA VITALI

SAI COS’E’ L’INFEDELTA’ FINANZIARIA?

Infedeltà finanziaria

 

Quando si parla di infedeltà all’interno di una coppia la prima cosa che viene in mente sono le cosiddette “corna”, ovvero una relazione sentimentale all’esterno della coppia stessa di uno dei due membri all’insaputa dell’altro.

Ma c’è un altro tipo di infedeltà che emerge quando la capanna dei due cuori inizia a sgretolarsi ed è l’infedeltà finanziaria, ovvero il “tradimento” che avviene quando si nascondono volutamente i saldi dei conti correnti, delle spese extra o delle carte di credito al proprio compagno.

L’infedeltà finanziaria può avvenire già durante una relazione con una differenza per quel che riguarda i due generi:

  • La donna normalmente occulta spese relative allo shopping (le batture sull’uso smodato delle carte di credito da parte delle donne non si contano);
  • L’uomo nasconde più speso spese relative alle attrezzature sportive, al gioco di azzardo o alla pornografia.

Molte persone vivono una relazione con un partner del quale non conoscono le finanze, o ancora peggio non conoscono l’utilizzo delle entrate comuni, e questa “asimmetria informativa” spesso diventa causa di separazione.

Ma quando si arriva al divorzio possono nascere ulteriori problematiche perché spesso per non pagare gli alimenti l’uomo ha la tendenza ad occultare beni o lavori (magari eseguiti in nero) ma anche la donna per non perdere il diritto al ricevimento dell’assegno può occultare entrate irregolari, anche se normalmente sono le donne ad avere la peggio a causa della loro minore disponibilità finanziaria.

Altra situazione: tutto bene fino alla morte di uno dei coniugi (normalmente il marito) quando la moglie scopre che il caro estinto aveva fatto debiti dei quali non ne era a conoscenza, oppure aveva fatto investimenti rischiosi e ora la sopravvissuta si trova a dover accettare l’eredità con beneficio di inventario per non rischiare di intaccare anche i propri beni.

Per evitare tradimenti finanziari a mio avviso la soluzione migliore, chiaramente se economicamente sostenibile, è quella di condividere in un conto le spese comuni dove ciascuno apporta il denaro in base alle proprie possibilità e agli accordi che vengono presi, tenendo invece separate le spese personali per permettere all’una di acquistare l’ennesima nuova borsa senza sentirsi in colpa o all’altro l’ultimo modello della bicicletta al carbonio.

Infatti non sempre il partner è in grado di capire le passioni del compagno e a mio parere è salutare che ciascuno tenga una propria area finanziaria della quale non deve rendere conto a nessuno.

L’importante è che ci sia chiarezza su quello che si condivide. Anche se a volte si “tradisce finanziariamente” solo per non scaricare sul partner ansie o preoccupazioni difficili da sopportare dal punto di vista emotivo, l’abitudine a parlare di denaro con regolarità all’interno della coppa fa sì che a nessuno dei due venga la tentazione di approfittare di un atteggiamento rinunciatario da parte di uno dei due.

Perché fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio. Neanche di sé stessi.

Post Correlati

Leave a comment